Crea sito

Archivio di febbraio 2015

COME SI FOTOGRAFANO I CANI

COME SI FOTOGRAFANO I CANI
Per fotografare i cani vale una regola base che va oltre le tecniche, la attrezzatura e la bellezza del soggetto. Occorre amarli e rispettarli e volere fare emergere con una fotografia la loro vera espressione, il sentimento profondo che comunicano.
I cani sono una mia grandissima passione e, pur non essendo una fotografa professionista, mi sono avvicinata a questa “arte” con l’obiettivo di potere avere dei ricordi dei loro momenti migliori per tutta la mia vita.
Ho quindi cominciato ad apprendere vari trucchetti che possono servire a realizzare foto “del cuore” come io le definisco.
Questo esula dalle foto che si possono realizzare durante una expo e quindi foto piazzate sul tavolino o sul ring. In questo caso il cane viene posizionato cercando di inquadrare il lato migliore e che sia piu performante rispetto al suo standard e cercando di eliminare dalla vista quei piccoli difetti che puo’ presentare.
Questo non e’ il tipo di foto che io vorrei proporvi anche perche’ ci sono fotografi professionisti molto piu’ esperti di me in questo settore. Gli scatti che vorrei chiedervi di realizzare sono invece quelli che volete tenere sul vostro smart phone, sul computer o nel portafoglio..quelle foto che ci ricorderanno il cane in tutta la sua bellezza ma che metteranno anche in mostra la sua anima.
foto1
Per prima cosa munitevi di una macchina fotografica. Non utilizzate smartphone o tablet anche se oramai hanno obiettivi paragonabili alle classiche macchine fotocamere.
Per fare buoni scatti occorre avere almeno una Reflex non necessariamente di fascia alta anche acquistata usata con un obiettivo a zoom (es 70-300, f 4,5) che consenta di seguire il cane nei movimenti e nelle corse anche in condizioni di scarsa illuminazione e un obiettivo per messe a fuoco ravvicinate come un 50mm f 1,8.
Detto cio’ se non siete esperti di tecnica fotografica posizionate la ghiera di selezione della vostra reflex sul Programma di esposizione automatica (es. nella Canon lettera P) che permette di controllare molti fattori ma che nel contempo lascia alla fotocamera la impostazione automatica della esposizione (naturalmente se uno e’ un bravo fotografo puo’ usare impostazioni manuali…). Non vi consiglio invece di usare quello totalmente automatico proposto dalla vostra fotocamera.
Impostate quindi la funzione SCATTO CONTINUO, disabilitate il FLASH automatico e da qui in poi siete pronti a scattare (almeno dal punto di vista tecnico).
Il consiglio che vi ho dato sul flash deriva dal fatto che io non amo gli scatti con questo strumento in dotazione alla fotocamera. Normalmente e’ un flash tipo Pop Up che si attiva automaticamente quando la luce e’ scarsa (non sui programmi manuali ma su quelli gestiti dalla macchina) ed e’ quindi necessario per intervenire quando non c’e’ luce a sufficienza per produrre foto corrette. Il lampo generato pero’ e’ di luce molto puntiforme, piccola che quindi produce ombre nette e definite inoltre viene dallo stesso asse dell’obiettivo e quindi e’ innaturale per il nostro occhio abituato a vedere la luce solare. Se volete usare il flash vi consiglio di acquistarne uno aggiuntivo, professionale, dopo esservi informati bene sul suo utilizzo.
A questo punto inizia il momento della fotografia e occorre correlarsi al soggetto da fotografare: il nostro cane.
Cerchiamo un posto piacevole, all’aria aperta, ancora meglio se in una giornata di sole (magari verso il tramonto quando la luce e’ meno diretta)
Cominciamo quindi a giocare con lui con la nostra macchina pronta al collo, lanciamo una pallina, facciamo uno squeeze con il suo gioco preferito o giochiamo al tiramolla o semplicemente lasciamolo libero di interagire con altri cani o persone amiche. Il cane deve essere rilassato e felice di essere li con voi e questo trasparira’ nelle foto e nella sua espressione.
Un elemento molto importante da controllare quando si inquadra e’ lo sfondo della foto, quello che c’e’ dietro il cane. A volte si scattano foto bellissime ma poi vediamo dietro al nostro soggetto dei detriti o rifiuti o quanto altro non dovrebbe esserci. Oppure proprio in concomitanza con la testa del cane si staglia un palo di ferro o ancora un segnale stradale……
Quindi prima di scattare controllate cosa c’e’ dietro perche’, per un problema di prospettiva, quello che sembra distante sulla foto sara’ direttamente alle sue spalle e di certo questa sara’ da cestinare …
A questo punto quando l’ambiente e’ pronto e il cane gioca felice occorre abbassarsi alla sua altezza…… dovete quindi sedervi sull’erba e abbassare la macchina fino a che i suoi occhi saranno pari ai vostri. In caso di cani bassi (es nel mio con i bassotti) spesso mi stendo con la pancia a terra per avere il mio occhio fotografico direttamente nei loro.
Perche e’ proprio li che dovrete mirare, proprio li che dovrete mettere a fuoco nel 99% dei casi: gli occhi! Sulla macchina vedrete comparire una specie di mirino con dentro delle lucette e quando inizierete a scattare il punto rosso deve essere sugli occhi o al massimo sul naso non sul corpo o sulla testa. Certo che se il cane corre e salta non e’ facile ma per questo avevamo impostato scatto continuo cosi da potere fare tante foto a raffica di cui poi un bel 95% saranno anche da buttare ma di certo alcuni, pochi scatti saranno perfetti e incredibili.
Quindi scattate tante foto in diverse posizioni, con diversi sfondi con il cane che salta o che corre verso di voi o seguendo il gioco non preoccupatevi se saranno mosse……su dieci mosse una non lo sara’ e verra’ splendida.
Provate tante volte e ogni volta sara’ una espressione nuova, diversa, un sorriso oppure un movimento di cui non ci si era mai accorti. Per fortuna con le digitali non dobbiamo piu spendere soldi a stampare provini e poi a buttarli..qui basta fare un elimina e 100 foto spariscono in pochi secondi.
Cercate sempre di interessare il cane e quando vedete che ha perso la attenzione allora forse meglio chiudere anche la macchina e ripetere la sessione il giorno seguente. Se il soggetto e’ annoiato o senza voglia o ha sonno compare immediatamente nello scatto. In fondo non e’ un impegno lavorativo ma solo passione quindi occorre viverla entrambi con questo spirito di divertimento e portare pazienza se il cane non ne ha voglia o se continua a non guardarci.
Naturalmente provate sempre usando dei suoni o dei premietti a attirare la sua attenzione. Questo e’ utile anche se si vogliono fare foto dall’alto per inquadrare il muso del cane. In questo caso il bocconcino va tenuto in alto con la mano e con l’altra si inquadra sempre l’occhio che si alza verso di questo.
Una volta terminata la sessione di foto giochiamo ancora un po’ con il cane e poi arriviamo a casa gia’ pensando e sperando di avere delle buone pose.
Scarichiamole tutte sul nostro computer e sullo schermo grande cerchiamo quelle che ci piacciono e eliminiamo senza alcun dubbio quelle con difetti ad es: immagini mosse, immagini sfocate, soggetti controluce (a meno che non abbiamo casualmente preso un effetto meraviglioso), immagini sovraesposte e cioe’ troppo chiare e sottoesposte e quindi troppo buie.
Possiamo usare anche un programma di ritocco grafico (ce ne sono molti gratuiti sul web molto semplici) che ci aiuti a migliorare la foto es rendendola piu’ chiara o ritagliandola per mettere in evidenza solo il soggetto o ancora per raddrizzarla se fosse venuta molto storta.
Sono programmi che possono aiutare ma che io non amo usare. Ma se proprio la foto e’ quella stupenda a cui non si puo’ rinunciare e’ consigliabile provarci piuttosto che buttarla via per sempre.
Cerco di fare foto quando il tempo atmosferico lo permette e non mi stanco di vedere le loro espressioni sempre diverse in ogni scatto.
Questi sono i punti chiave per fare scatti eccezionali:
1) Mettetevi alla loro altezza occhi durante il reportage non state in piedi ma sedetevi o stendetevi se il cane e’ basso
2) Attenzione allo sfondo, controllate prima di scattare che sia neutro e senza intrusioni che poi saranno difficili da eliminare
3) Non usate il flash automatico in dotazione alla macchina ma piuttosto rimandate la sessione quando la luce sara’ giusta a meno che non siate al chiuso e che l’evento sia irripetibile. Al limite acquistate flash aggiuntivi professionali
4) Fotografate in giorni luminosi ma non nelle ore in cui il sole e’ molto diretto, ancora meglio se al tramonto
5) Tenete viva la gioia e la attenzione del cane con giochi o premietti: piu’ e’ felice piu’ le foto sono gioiose
6) Se vedete che si stanca, semplicemente smettete per quel giorno di fotografare
7) Scattate in continuo quando vedete una bella esposizione poi getterete le foto venute male tanto non costa niente
8) Puntate il fuoco sugli occhi del cane massimo sul naso mai sul corpo
9) Cercate di fare foto solo quando anche voi siete rilassati e senza fretta di doverle realizzare: deve essere una momento positivo per tutti non solo per il cane.
10) Divertitevi insieme : gli scatti saranno i migliori

Anticipazione…….. il corso di Ttouch!

La prossima settimana potro’ rendervi partecipi delle emozioni provate questo weekend al corso di Tellington Ttouch che seguiremo con Berry e Sweet.

Non vediamo l’ora di imparare!! e di rendervi partecipi dei nostri progressi.

A presto………..e splendido fine settimana

Cerca
Bookmarks